Trattamento e recupero di rifiuti inerti

Riduci
Il problema dello smaltimento /recupero dei   rifiuti prodotti  nell'ambito  del  settore Edile e delle costruzioni  si  è  notevolmente  accentuato  nel  corso  degli  ultimi  anni,  normative e direttive vincolano i produttori /detentori  al  recupero dei rifiuti  prodotti, annullando  progressivamente le operazioni  di smaltimento.

La DIRETTIVA 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19/11/2008 prevede, all'articolo 11 - Riutilizzo e riciclaggio che entro il 2020, la preparazione per il riutilizzo, il riciclaggio e altri tipi di recupero di materiale, incluse operazioni di colmatazione che utilizzano i rifiuti in sostituzione di altri materiali, di rifiuti da costruzione e demolizione non pericolosi, escluso il materiale allo stato naturale definito alla voce 17 05 04 dell’elenco dei rifiuti, sia aumentata almeno al 70 % in termini di peso.

Tale obiettivo  è ribadito dal Decreto legislativo 3 aprile 206, n. 152, all' art. 181. Riciclaggio e recupero dei rifiuti.
 
 
 
 
A tal fine l Regione Valle d'Aosta deliberazione della Giunta regionale n. 2640, del 11 novembre 2011, come previsto dalla Legge regionale 3 dicembre 2007, n. 31, Nuove disposizioni in materia di gestione dei rifiuti. (Capo III - Gestione dei materiali inerti e dei rifiuti speciali inerti derivanti da attività di scavo, costruzione e demolizione Art. 14. Riutilizzo e gestione dei materiali inerti da scavo), ha avviato un bando di finanziamento per la realizzazione di apposite aree di stoccaggio attrezzate per l'avvio del riutilizzo dei materiali inerti da scavo e da demolizione.

Tali aree, di titolarità pubblica, devono essere realizzate a livello intercomunale in  zone che risultino baricentriche rispetto al bacino di riferimento.

La Comunità montana Grand Combin (oggi Unité des Communes Grand Combin) ha quindi ottenuto il finanziamento per la realizzazione di una di queste aree ed ha provveduto ad avviare un bando per la concessione di costruzione e gestione di tale impianto.
Con determinazione dirigenziale n. 334 del 5 novembre 2013 “AREE DI STOCCAGGIO ATTREZZATE PER FAVORIRE IL RIUTILIZZO E LA GESTIONE DEI MATERIALI INERTI DA SCAVO E DA DEMOLIZIONE" - AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA”; la società Alpi Scavi si è aggiudicata l'appalto.
Come stabilito dal bando è stata di seguito costituita una società di progetto per la costruzione e gestione dell'impianto e per la sua gestione ventennale, la società ECO Grand Combin.
 
 
 
 
La società Eco Grand Combin Srl gestisce l'impianto sito in loc. Clapey nel comune di Doues per il conferimento ed il trattamento dei materiali inerti derivati da attività di scavo e demolizione.
 
 
Nell'area di oltre 14.000 mq si possono, oltre che conferire materiali, anche acquistare sottoprodotti da impiegare nelle costruzioni e nell'’edilizia derivati dal trattamento dei rifiuti conferiti.


Torna al menù di accesso rapido